Bene, è fatto, il 2014 è alle spalle. Con un po’ di ritardo e come ultimo saluto guardiamo indietro è facciamo i conti – con le bottiglie ovviamente. Alcuni di voi le chiamano le bottiglie del cuore, altri le bottiglie della settimana, ma noi le chiamiamo le bottiglie dell’armadio. Si tratta infatti delle bottiglie che passano le nostre prove d'assaggio durante l’anno in corso e pertanto finiscono su un bell’armadio in legno di cipresso come se fossero gli dei dell’Olimpo greco.

Pinot Noir Haus Klosterberg Markus Molitor
Come potete immaginare c’è poco spazio su un armadio (ci stanno più o meno 35 bottiglie in bella vista lungo il bordo) e quindi la competizione si fa dura. Soprattutto nella seconda metà dell’anno quando non c’è più posto lì su, le bottiglie cominciano a contendersi lo spazio sempre più ristretto. Prima cerchiamo di ridurre ulteriormente la distanza tra una e l’altra ma alla fine non c’è più niente da fare. E quindi tocca a noi la dura scelta di chi esce per far posto ad una new entry.

Durante l’anno assaggiamo molto, nei nostri seminari sul vino, quando andiamo in giro con gli ospiti dei nostri wine tours, in occasione delle manifestazioni ed eventi dedicati al vino, alle fiere e, da ultimo ma non meno importante, con gli amici. Le degustazioni con loro sono l’ultima prova e quando una bottiglie piace anche a loro sale sull’armadio.


Mason Pinot nero 2012Ora vi presentiamo la lista. Nonostante il nostro debole per i vini della Toscana non ci sono solo etichette toscane (ci mancherebbe); anzì, molte delle nostre prime donne del vino 2014 provengono dal nord e alcune dal sud (troppo poche ma cercheremo di prestare ancora più attenzione nel 2015). In più, alcuni dei vini che ci sono piaciuti particolarmente sono vini stranieri come in primis alcuni Riesling della Germania  ma anche il pinot nero tedesco, da loro chiamato Spätburgunder, si trova tra le nostre ‘scoperte’ di quest’anno. Ne mancano molte, dalla Spagna, dalla Nuova Zelanda, per esempio, perché in molti casi non siamo riusciti a riassaggiarli dopo una prima degustazione fuori sede.


Un’ ultima parola: alcuni dei vini elencati di seguito sono vini conosciutissimi e molti di loro si trovano nelle guide più autorevoli come Vitae, I Vini d'Italia (Espresso)Slow Wine, Vini d’Italia (Gambero Rosso), Gault Millau ed altre con cui ci confrontiamo di continuo. La nostra lista, invece, vuole essere semplicemente un grazie ai produttori che hanno reso il nostro lavoro piacevolissimo, come diciamo anche grazie a tutti coloro che hanno voluto partecipare alle nostre degustazioni. Cin cin a tutti!

 

  • Abbazia di Novacella, Praepositus, Sauvignon 2012
  • Manincor, Mason, Pinot nero 2012
  • St. Michael Eppan, Lagrein Riserva 2011
  • Girlan, Plattenriegl, Pinot bianco 2013
  • Franz Haas, Pinot nero 2011
  • Cantina Toblino, L’Ora, 2010 (Nosiola)
  • Cantina Toblino, eLimarò 2010 (Rebo)
  • Maso Martis, Brut Riserva 2007
  • Inama, Vulcaia Fumé 2012 (Sauvignon)
  • Suavia, Massifitti 2010 (Trebbiano di Soave)
  • Sandro de Bruno, Soave Superiore, Monte San Pietro 2010
  • Pieropan, Soave Classico, La Rocca 2012
  • Filippi, Castelcerino 2013 (Garganega)
  • Bastianich, Vigne Orsone, Pinot Grigio 2012
  • Negro, Perdaudin, Roero Arneis 2013
  • Mauro Franchino, Gattinara 2007
  • Colle Stefano, Verdicchio di Matelica 2013
  • Montevertine, Montevertine 2011
  • Pietro Beconcini, Vigna Alle Nicchie 2009 (Tempranillo)
  • Donatella Cinelli Colombini, Cenerentola 2007 (Sangiovese e Foglia Tonda)
  • Poggio Alloro, Vernaccia di San Gimignano 2013
  • Poliziano, Vino Nobile di Montepulciano, Asinone 2006
  • Talosa, Vino Nobile di Montepulciano Riserva 2007
  • Arrighi, Elba Aleatico Passito 2012
  • Fontodi, Flaccianello della Pieve 2010
  • San Giusto a Rentennano, Chianti Classico Le Baròncole Riserva 2009
  • Caiarossa, Pergolaia 2009
  • Gualdo del Re, Amansio, Aleatico Passito 2011
  • Marco De Bartoli, Passito di Pantelleria, Bukkuram - padre della Vigna 2008
  • COS, Frappato 2011
  • Donnafugata, Tancredi 2008 (Cabernet Sauvignon, Nero d'Avola)
  • Funaro, Pinzeri 2013 (Grillo)
  • Leopold Schätzle, Endinger Englesberg, Scheurebe Spätlese 2011
  • Markus Molitor, Haus Klosterberg, Pinot noir 2011
  • Markus Molitor, Zeltinger Sonnenuhr Kabinett, Riesling 2011
  • Weingut Ökonomirat Rebholz, Kastanienbusch, Riesling Grosses Gewächs 2011
  • Heymann-Löwenstein, Schieferterrassen, Riesling 2011
  • Gobelsburger, Lössterrassen, Grüner Veltliner 2012
  • Domaine Prieuré Saint Christophe, Mondeuse Tradition 2010